×

Message

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View Privacy Policy

You have declined cookies. This decision can be reversed.

                                        REGOLAMENTO GRUPPO AEROMODELLISTICO DEL GARDA

 

 

Art. 1 - Il SOCIO è autorizzato a svolgere attività aeromodellistica sul campo di volo del GRUPPO AEROMODELLISTICO del GARDA si impegna all'assoluta osservanza del presente regolamento, del quale riceve copia.
Art. 2 - L'attività associativa viene coordinata ed organizzata dai membri componenti il Consiglio direttivo e dall'assemblea generale dei soci riunita con frequenza annuale.
Art. 3 - L'iscrizione al GRUPPO AEROMODELLISTICO del GARDA e conseguente rilascio della Tessera Personale si riceve esclusivamente dal Presidente o dal Consiglio Direttivo ed interessa l'anno solare.
Art. 4 - Il Consiglio Direttivo declina ogni e qualsivoglia responsabilità, anche in coobbligo, derivante dallo svolgimento dell'attività aeromodellistica del Socio.
Art. 5USO del CAMPO di VOLO:
L'uso del campo di volo è consentito solamente ai SOCI regolarmente iscritti al GRUPPO AEROMODELLISTICO del GARDA. Gli ospiti potranno accedere al campo di volo solo previa autorizzazione del Presidente o del Consiglio direttivo; dovranno inoltre essere coperti da propria Assicurazione e rispettare il presente Regolamento. Gli ospiti dopo 3 presenze sono obbligati a regolarizzare la loro posizione con l'iscrizione al G.A.G.

L'ingresso al campo con l'autovettura è consentito ai soli Iscritti ed eventuali ospiti; è fatto divieto parcheggiare sulla pista e sui terreni confinanti il campo di volo. All'interno si potrà usufruire degli appositi spazi per il parcheggio avendo cura di tenere sempre libero l'accesso al campo. Si fa appello alla sensibilità di ogni Aeromodellista per tenere pulito ed in ordine il territorio del Gruppo, evitando oltretutto di arrecare danno ai terreni confinanti.

Art. 6ATTIVITA' di VOLO:
A. All'inizio dell'attività di volo e comunque prima dell'accensione del radiocomando, a prescindere dal tipo di apparato e frequenza di trasmissione (2,4 GHz o altro) è TASSATIVAMENTE OBBLIGATORIO esporre il "segnalino frequenze" nell'apposita tabella e verificare l’impossibilità di interferenza con i modelli in volo; avvisare inoltre gli eventuali possessori di radiocomandi con frequenze uguali o adiacenti. Ogni indisciplina in materia obbliga a rifondere i danni al socio leso.
B. Si specifica inoltre che in caso di collisione, in volo e/o movimento a terra, tra modelli, ogni proprietario e/o pilota ai comandi al momento della collisione si farà carico dei propri danni.
C. Nel periodo estivo l'attività di volo dovrà essere sospesa dalle ore 12:00 alle ore 15:00 (ad esclusione dei modelli a propulsione elettrica).
D. Non è consentivo il volo a più di 3 (tre) aeromodelli/elimodelli contemporaneamente.
E. Il volo contemporaneo di elicotteri e aeromodelli deve essere attentamente coordinato, valutando le traiettorie sviluppate dai due mezzi e gli spazi a disposizione.
F. Alfine di permettere un rapido coordinamento tra i piloti con modelli in volo, si rende necessario l’utilizzo delle piazzole poste di fronte la rete di protezione.
G. Sono vietate manovre di rullaggio all’interno della zona posta tra le reti di protezione, i modelli con motore in moto vanno spinti o trasportati.
H. La pista viene usata solamente per il tempo strettamente necessario al decollo e atterraggio che, ad eccezione di causa forza maggiore, dovranno essere eseguiti lungo l'asse della pista (lato più lungo).
I. Prima di interessare l’area di decollo/atterraggio controllate che sia la pista che la porzione di cielo interessati dalla manovra siano sgombri.
J. Gli aeromodelli in atterraggio hanno sempre la precedenza.
K. Il decollo, l'atterraggio e conseguente recupero del modello deve essere sempre notificato a chi sta ancora volando, con tono chiaro e forte.
L. Le figure acrobatiche nonché l'intero volo si eseguono nella porzione di cielo di fronte alle piazzole piloti (area ad est, lato Caprino V.se); eventuali passaggi lungo l'asse pista a bassa quota vanno eseguiti dalla linea di mezzeria in avanti.
M. Manovre di Hovering all’interno della pista dovranno essere limitate al tempo strettamente necessario all’involo o atterraggio con modalità espressa al punto K.
N. L'attività di volo deve comunque essere svolta con la massima accortezza e cautela, adoperandosi per garantire l'incolumità dei presenti; evitando il sorvolo di persone, case e mezzi agricoli e/o persone al lavoro nei terreni confinanti.
O. L'aeromodellista principiante dovrà attenersi scrupolosamente alle direttive dei Soci più esperti allo scopo di acquisire preziosa esperienza; l’intero volo sarà effettuato sotto la supervisione di un socio autorizzato dal consiglio Direttivo.
Art. 7 - Tutti i motori devono essere muniti di silenziatore omologato o di risonanza silenziata. In caso di rottura del silenziatore atterrare immediatamente.
Art. 8 - E’ vietato il volo di modelli propulsi da pulsoreattore o da motori a turbogetto.
Art. 9Ogni trasgressione alle regole sopracitate sarà oggetto di richiamo ed eventuale sospensione.
Art. 10Ogni Socio è tenuto a far rispettare il presente Regolamento